SportInPuglia

Iscrivi la tua associazione

Il Bilanciere delle Olimpiadi di Tokyo sulle spalle di Maria Grazia Alemanno

19 Lug 2021 | Cronaca Sportiva

  1. Home
  2. Magazine
  3. Cronaca Sportiva
  4. Il Bilanciere delle Olimpiadi di Tokyo sulle spalle di Maria Grazia Alemanno
Il sogno olimpico è diventato realtà. Maria Grazia Alemanno gareggerà ai Giochi di Tokyo 2020. Il nome della pesista di Copertino figura tra i tredici atleti pugliesi che prenderanno parte alle Olimpiadi giapponesi, in programma dal 23 luglio fino all’8 agosto. La salentina ha ottenuto il pass olimpico a margine di una riallocazione delle quote, che ha dato alla classe ‘90 l’opportunità di partecipare alla manifestazione sportiva più prestigiosa al mondo. Sarà l’unica atleta della provincia di Lecce presente alla trentaduesima edizione dell’Olimpiade. Alemanno dovrà fare i conti con l’agguerrita concorrenza della categoria 59 chilogrammi.
La campionessa pugliese si ritroverà a competere con i migliori pesisti del panorama internazionale, in virtù delle squalifiche della colombiana Silgado Atencio e della venezuelana Figuero Roldan, che hanno permesso alla trentunenne di accedere ai Giochi come prima atleta europea qualificata. Una notizia giunta al fotofinish che ha fatto esplodere di gioia la copertinese: “Ero stata già avvisata un mese fa dal Direttore Tecnico Sebastiano Corbu che potevo ancora coccolare la speranza di accedere alle Olimpiadi – dice Maria Grazia Alemanno -. Avevo preferito restare con i piedi per terra per non crearmi false illusioni, i giorni passavano e la tensione saliva sempre di più, ma quando è giunta la chiamata delle Federazione Internazionale ho provato un’emozione indescrivibile. Non riuscivo a smettere di piangere per la felicità. Chiaramente sto continuando ad allenarmi con grande determinazione e salirò in pedana per dare il massimo di me stessa e godermi appieno un’esperienza irripetibile”. Un traguardo tagliato in seguito ad una vita di sacrifici tra vittorie e insuccessi inattesi, attestati di stima e delusioni cocenti, riconoscimenti importanti e periodi di impasse, ma la caparbietà di Maria Grazia, alla fine, ha avuto la meglio sulle avversità. Altri sarebbero rimasti schiacciati sotto il peso dei bilancieri, lei no. È andata avanti giorno dopo giorno, nonostante la durezza di una pratica sportiva dove forza fisica e mentale devono crescere di pari passo gara dopo gara, allenamento dopo allenamento. Gocce di sudore versate per anni in palestra, diventate lacrime di gioia per un pass olimpico che profuma di grande occasione. La pluricampionessa italiana è pronta a riscrivere la storia del sollevamento pesi in terra giapponese con l’obiettivo di stupire il mondo con i colori azzurri della nazionale italiana.



I SUCCESSI IN PEDANA DELLA “FORZUTA” DI COPERTINO

L’ultimo successo di spessore nazionale dell’atleta del Centro Sportivo Esercito, risale allo scorso 13 marzo in occasione dei Campionati Italiani Assoluti di Specialità svoltisi al PalaPellicone di Ostia. La copertinese nata a Galatina conquistò due medaglie d’argento dopo le prove eseguite allo strappo (91 chili) e allo slancio (117 chili). Precedentemente si annovera un oro nella medesima competizione ed un terzo posto alla Coppa del Mediterraneo.
Ripercorrendo a ritroso la carriera della salentina luccicano in bacheca numerosi titoli italiani ed una serie di piazzamenti ottenuti ai campionati mondali e agli europei in più categorie di peso. Per tanti anni la pesista pugliese si è allenata presso la palestra “Body’s Training” di Copertino con l’ausilio dello zio, Franco Alemanno. Maria Grazia ha mosso i primi passi nel mondo del pesi da quando era ancora una ragazzina, dimostrando subito una spiccata attitudine alla disciplina olimpica. Il 2015 è stato l’anno del passaggio al Gruppo Sportivo Esercito, ma la forzuta del Salento ha gareggiato ad alti livelli per oltre 15 anni facendo razzia di podi e premi. Si è cimentata nelle categorie 63 e 69 chilogrammi confermandosi ripetutamente ai massimi livelli del panorama nazionale. Sino all’ennesimo cambio di categoria che, nel 2019, ha segnato un nuovo inizio: “Due anni fa sono passata alla categoria 59 chilogrammi e inizialmente non riuscivo ad esprimermi al massimo delle mie potenzialità – prosegue Alemanno -. All’inizio è stata dura, ma poi ho superato la prima fase di difficoltà e sono riuscita a sollevare 94 chili di strappo e 110 chili di slancio facendo registrare il record italiano assoluto. Mi alleno tutti i giorni lavorando sulla forza. In questo sport però è la forza mentale a giocare un ruolo fondamentale. Se mente e corpo viaggiano insieme, i successi diventano una conseguenza naturale. La concentrazione e costanza sono tutto”. Alemanno sarà tra le cinque pesiste azzurre che gareggeranno alle Olimpiadi di Tokyo con Giorgia Bordignon (64 kg), Davide Ruiu (62 kg), Mirko Zanni (67 kg) e Nino Pizzolato (81 kg). Un record assoluto per la Federazione italiana pesistica.

FLASH MOB PER MARIA GRAZIA

In attesa che la storica fiamma olimpica venga accesa, la notizia dell’accesso di Maria Grazia Alemanno ai Giochi di Tokyo è stato festeggiato dalla comunità di Copertino con un suggestivo flash-mob in onore della pluricampionessa di sollevamento pesi.

Il drone di Cosimo Trono ha immortalato dall’alto i cinque cerchi olimpici sul prato della Grottella, formati da atleti e cittadini. Il simbolo dei Giochi ha preso vita grazie ad un’iniziativa che ha manifestato l’affetto e la vicinanza della cittadinanza nei confronti della conterranea, fresca di pass olimpico. All’originale flash-mob hanno preso parte diverse palestre e associazioni sportive tra cui la Podistica Copertino, la Asd Nac, Viva Fitness, The Prision, Body’s Training e Tecnofit. “Dopo tanti anni di duro lavoro e grandi successi, Maria Grazia ha meritato ampiamente questo traguardo prestigioso – spiega Luigi Renis, delegato provinciale del Coni Lecce -. Ci ha creduto fino alla fine e gli Dei dello Sport l’hanno ripagata per il suo grande spirito di abnegazione”. Anche il fiduciario comunale del Coni Vincenzo Nobile, si è espresso sul risultato raggiunto dalla pesista pugliese: “Siamo certi che porterà alto l’onore della pesistica copertinese anche alle Olimpiadi. Siamo tutti molto fieri e soddisfatti del suo cammino in questo sport cominciato presso la Body’s Training di Copertino”.



Paolo Conte

*Crediti immagini
Maria Grazia Alemanno

Articoli Correlati

Fight Clubbing e Fabio Puce ancora insieme

Fabio Puce firma il contratto con “Fight Clubbing” per affrontare una star thailandese. Il campione di muay thai dei pesi super welter si appresta a salire sul ring in occasione della ventinovesima edizione di “Fight Clubbing” che si terrà al Pala Giovanni Paolo II di Pescara sabato 14 maggio